Archivi tag: salame vegan

Kebab night pantofolaia.

Preparare il pane pita e organizzare una cena kebabbara è una delle cose che mi rendono davvero felice. Sarà che sto mangiando un panino, sarà che quella salsina che mi cola sulle mani o le dita unte dal seitan marinato mi danno una sorta di senso di libertà. Non so esattamente quale sia il motivo, ma neanche la cena con pizza mi esalta così tanto.
Forse è anche l’espressione soddisfatta di Fidanzato che si siede a tavola a darmi questo senso di felicità, o anche alzarsi da tavola sazi ma non appesantiti. Ad ogni modo, ci sarà pure uno specialista in giro che potrà aiutarmi a capire come mai scrivo cose così insensate.

Questa sera ho preparato il salame vegan. Ho pensato anche a come affumicarlo in casa, ho trovato vari procedimenti, ma sono stata scoraggiata dalle opinioni di qualcuno che dice che l’affumicatura è cancerogena. Sono proprio un coniglio.
Mentre lo preparavo continuavo a chiedermi perché lo stessi facendo. Voglio dire, avrei potuto benissimo preparare del seitan normale e poi metterlo a marinare come faccio sempre, invece mi è presa questa fissa di fare il salame col seitan e il tofu… il tofu per imitare le palline di grasso. Ma si può?! Non mi manca il salame, né gli affettati o la carne in generale, però mi manca avere qualcosa di sfizioso e pratico sempre pronto che aspetta in frigo.
Così, se per caso un giorno volessi fare un bel paninozzo e portarmelo a lavoro, potrei affettarmi velocemente quel seitan, aggiungere carote, lattuga e un po’ di yogurt di soia mescolato con qualcosaltro ed avere il mio pranzetto veloce pronto. E così ho fatto il salame.
Certo, ripeto, avrei potuto fare solo del seitan e tenerlo a marinare, ma mi piaceva l’idea di imitare qualcosa. E devo dire che non ci sono nemmeno riuscita, perchè non avevo del concentrato di pomodoro ma solo del sugo, quindi non è venuto così rossiccio come pensavo. Pazienza, dopo la marinatura è parecchio buono.

Ingredienti.

60 g di farina per seitan istantaneo
40 g di farina di ceci
2 pizzichi di sale
1/2 cucchiaino di semi di finocchio
1 pezzetto di tofu
2 spolverate di paprika dolce in polvere
1 macinata generosa di pepe nero
1 spolverata di senape
2 cucchiai di concentrato di pomodoro

per la cottura: brodo vegetale, 2 rametti di rosmarino, 2 cucchiai salsa shoyu

Procedimento.

In una ciotola mischiare il seitan istantaneo, la farina di ceci, il sale, i semi di finocchio, il pepe e la senape. Aggiungere il tofu fatto a pezzettini piccoli. Mescolare il concentrato di pomodoro e acqua quanto basta per avere un impasto asciutto ma morbido.
In una pentola portare ad ebollizione abbondante brodo vegetale, i rametti di rosmarino e lo shoyu.
Dare al composto la forma di un salsicciotto ed avvolgerlo in un canovaccio. Immergere nel brodo bollente e lasciar cuocere 40 minuti, rigirandolo di tanto in tanto.
Al termine della cottura estrarre il salsicciotto e lasciarlo raffreddare.

Volendo marinarlo per un’ipotetico kebab party ci si può armare di un contenitore con coperchio, olio evo, 1 spicchio d’aglio e 1 peperoncino. Si taglia il salsicciotto a fettine sottili e le si dispone sul fondo del contenitore. Si coprono le fettine con olio, aglio a fettine sottili e peperoncino a pezzettini. Si possono anche fare più strati. Il contenitore va tappato e ogni tanto rigirato, per fare in modo che l’olio vada a coprire le fettine di seitan. Dopo un paio d’ore è pronto, ma è più buono dopo mezza giornata.

Contrassegnato da tag , , ,