Mafalde corte alla crema di asparagi

Ed ecco qua come abbiamo cucinato il nostro bottino dopo la mattinata di raccolta.

Sarà che gli asparagi li abbiamo raccolti tutti in terreni scoscesi e terrazzati, sarà la voglia di assaggiarli dopo un anno di astinenza, sarà la fame che ci è presa, avendo cominciato a cucinare alle 14.30, ma secondo noi è stato un piatto veramente buonissimo.

Ho voluto provare la menta selvatica perchè in un certo punto, vicino agli asparagi, è cresciuta la menta selvatica e, calpestandola inavvertitamente, ha sprigionato questo profumo meraviglioso che stava benissimo con quello degli asparagi freschi.
Ci sta molto bene, decisamente.
Perdono e venia per le foto, più scure del solito, ma la fame si faceva sentire, anche se ancora non aveva offuscato lo spirito documentaristico.

Ingredienti.

1 mazzetto di asparagi selvatici
1 rametto di menta selvatica
olio EVO qb
1 spicchio d’aglio
1/2 cipolla dorata piccola
1/4 di bicchiere di acqua
25 ml di panna di soia
sale qb
pepe nero qb
200 g di mafalde corte

Procedimento.

In una pentola capiente mettere a bollire abbondante acqua salata.
Lavare gli asparagi, tagliarli dividendo le teste dal resto dell’asparago ed eliminando la prima parte più dura. Mettere da parte le teste e tagliare a rondelline piccole il resto di gambi.


In una padella mettere un filo d’olio EVO, uno spicchio d’aglio tagliato a metà e privato dell'”anima”, la cipolla tritata finemente e il rametto di menta. Lasciar rosolare per un paio di minuti e aggiungere le rondelline di gambi d’asparago.

Mescolare brevemente, aggiungere 1/4 di bicchiere d’acqua, coprire e lasciar cuocere per una decina di minuti.
Trascorso questo tempo, recuperare le due metà dello spicchio d’aglio e metterle da parte, versare il contenuto della padella nel contenitore del frullatore ad immersione, aggiungere la panna e frullare sino a che non si ottiene una crema, non particolarmente densa. Salare e pepare.


Mettere a cuocere la pasta e, prima di scolarla, prelevare un bicchiere di acqua di cottura.
Nella stessa padella utilizzata per il soffritto, mettere nuovamente le due metà di spicchio d’aglio, un cucchiaio di olio EVO e , quando l’olio comincia a sfrigolare, aggiungere le teste degli asparagi e lasciar rosolare per un paio di minuti.

Mettere da parte le teste degli asparagi, togliere lo spicchio d’aglio, scolare la pasta e passarla nella padella, aggiungere subito la crema di asparagi, recuperando quella che rimane dal contenitore del frullatore ad immersione versandoci poca acqua di cottura della pasta. Far saltare la pasta, amalgamando bene. Versare nei piatti e aggiungere in cima la dose di teste di asparagi che si preferisce. Qua si fa alla romana, facendo la conta delle teste. La conta no, ma ad occhio, quello sì, eh!

Advertisements
Contrassegnato da tag , , ,

49 thoughts on “Mafalde corte alla crema di asparagi

  1. Marianna ha detto:

    l’astinenza da asparago è davvero una brutta bestia! ma astinenza o no, mi tufferei in quel piatto in qualsiasi stagione;-)

  2. Sara ha detto:

    Questi piccoli asparagi non li ho mai assaggiati, mi fanno davvero gola!

  3. donatella ha detto:

    Herbiiiiii! Intanto, che bello, sono la prima!!! E poi finalmente il blogroll mi aggiona anche su di te!!! così non mi sono persa questa robina meravigliosa.. già l’altro giorno mi hai fatto venir voglia di asparagi (voglia costante, eh, però quando ho visto i tuoi appena raccolti ho sbavato!!!), ora è proprio mania… Che darei per mangiarmi ‘sto piatto di pasta, mamma che buona! E poi hai scelto anche un formato che mi piace tantissimo! Bellissima ricetta!!!
    Le foto scure sono l’espressione della fame e della bontà del piatto, quindi ci stanno bene!!!

    • Herbs ha detto:

      evvaiii! bravo blogger!!! 🙂
      accidenti mi spiace che non puoi soddisfare la tua voglia di asparagi.. magari fra un po’ è periodo anche per quelli coltivati? non so, io sono un po’ scarsa con la stagionalità, dimentico sempre i mesi 😛

  4. Cesca*QB ha detto:

    Gli aspragini selvatici!!! Bellini loro!!!
    Chissà che profumi questo piatto!

  5. Titti ha detto:

    Che meraviglia di piatto! 😀 Da ammirare solo qui, purtroppo, senza poter riprodurre la ricetta! Mancano le materie prime!!!! 😦
    Buona settimana, carissima!!!

  6. Arianna ha detto:

    Hanno un aspetto fantastico!!! Peccato che sono allergica agli asparagi, tra le tante altre cose!!!!!

  7. lamiss ha detto:

    che fame!!!!!

    sono sempre tremendamente invitanti i tuoi piatti!!!

    buon inizio di settimana!!!

    ***Miss***

  8. Marta NewHorizons ha detto:

    Adoro questa pasta……..ora la voglia non passa!!!!!!

  9. Mimì ha detto:

    Che meraviglia, e le foto sono stupende, già avete trovato gli asparagi selvatici? Che fortuna, noi quì dobbiamo aspettare la primavera!
    Condivido il profumo della mentuccia selvatica, divina! Io l’ho colta prima dell’inverno ed ora si è seccata, l’ho appesa in garage a tal proposito. Appena arrivano gli asparagi anche quì, c’e ancora neve e poco sole, mi ricorderò dell’accostamento 😉 Grammete!

    • Herbs ha detto:

      grazie Mimì cara, se poi lo provi fammi sapere cosa ne pensi… è molto delicato, forse con la mentuccia secca viene un sapore più deciso, che non mi sarebbe dispiaciuto!

  10. notedicucina ha detto:

    Ommamma che nostalgia degli asparagi! Datecene una casa!!!!!!!

  11. notedicucina ha detto:

    Cassa, pardon :-). C’era troppo entusiasmo.

  12. fiordarancio ha detto:

    Brava deve essere veramente buono…ciao

  13. xcesca ha detto:

    che meraviglia! in realtà sto morendo d’invidia perchè qui è ancora tutto ghiacciato.. questo piattino è una vera delizia, ed è ancora più buono per il fatto che è preparato con quello che hai raccolto tu!!

  14. Felicia ha detto:

    Favolosa………… adoro questo formato di pasta, e la salsina è assolutamente fantastica!!!! l’abbinamento con la menta perfetto…… sto decisamente invidiando questi sapori primaverili!!!!! ho voglia di sole, caldo e profumi feschi come quello della mentuccia!!!! Bravissima

    • Herbs ha detto:

      grazie Feli, gentilissima!
      era la prima volta che provavo questo formato di pasta, di solito usavo le reginette, che mi piacciono molto! le mafalde sono simpatiche e poi con tutta quell’arricciatura trattengono il condimento in maniera favolosa!
      vedrai che arriva il sole, manca poco!
      un abbraccio

  15. Luby ha detto:

    Oltre a piacermi la ricetta( complimenti!)
    A me piace molto il Piatto 🙂
    Davvero!!!!!

    • Herbs ha detto:

      grazie Luby!
      il piatto è di mia nonna e proprio ieri mi ha regalato il servizio completo! mi piacciono molto, simulano quei bei piatti di ferro smalto di un tempo!

  16. Katy ha detto:

    Anch’io, come Felicia, invidio enormemente questi sapori primaverili…mamma mia, che buon piatto di pasta e poi gli asparagi selvatici sono proprio una chicceria 😉 Ricordo che mia mamma l’anno scorso li ha comprati una volta, ma, dati i 30 euro al Kg O___o, non cìè più stato seguito…
    Vabbé, mi accontenterei anche di quelli da coltivazione 🙂
    Che carino il formato di pasta, non sapevo si chiamassero Mafalde 🙂
    Un abbraccio

    • Herbs ha detto:

      30 euro al kg!? selvatici? ma sono pazzi, per caso!?
      anche a me piace molto questo formato, lo prenderò più spesso. peccato che non riuscirò mai ad escogitare un modo per provare a farli in casa… o forse sì… mumble…
      un abbraccio Katy cara!

  17. Barbara ha detto:

    ti ho detto nel post di prima che sei troppo fortunata a vivere in un posto dove i vecchietti lasciano qualche asparaghino anche a te……però non infierire..non lo sai che gli esserini verdi in questione sono la mia verdurina preferitissima????
    baciotto, bel piatto 🙂

  18. Chicca66 ha detto:

    Sicuramente ci sarà scritto da qualche parte…ma dove vivi per avere già gli asparagi? Piatto davvero fantastico per una come me che adora gli aspargi sopratutto quelli selvatici 🙂

    • Herbs ha detto:

      ciao Chicca! non so se è scritto, ma vivo in Sardegna! perciò mentre da voi succedeva tutto quel caos per il freddo, qua c’era freddo ma moderatamente e un paio di settimane c’è stata anche qualche bella giornata di sole che ha fatto spuntare i signorini… anche se molti sono stati bruciati poi dal freddo che è tornato!
      grazie cara, spero che spuntino presto anche da te! (di solito spuntano!?)

  19. Chicca66 ha detto:

    Meraviglia, non sono mai stata in Sardegna e mi piacerebbe davvero tanto venire a visitarla 🙂
    Anche qui arriveranno gli asparagi ma sono una qualità diversa dalla vostra, come i vostri li ho assaggiati in Sicilia e sono davvero fantastici, i nostri sono un po’ amarognoli e vanno pelati, però a me piacciono un sacchissimo 😉

  20. […] giorno fa, sbirciando nel blog di Herbs, ho trovato le sue bellissime mafalde con asparagi selvatici.. beh, sono davvero rimasta incantata […]

    • lamiss ha detto:

      fantastico! Anche la mamma del mio compagno raccoglieva questo tipo di asparagi e lu mi raccontava che li faceva inseriti nella frittata. Io non li ho mai ovviamente provati ma li cercherò anche qua nel Varesotto

      🙂

  21. […] perchè di prodotti fuori stagione in genere non mi viene neanche voglia. Ma il caldo anticipato e un’erbivora che andava a raccogliere asparagi selvatici già due mesi fa (beata lei 😉 ) hanno reso […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: