Come lo zucchero nel sugo.

Ogni volta che sto preparando il sugo di pomodoro e si avvicina il momento di aggiungere lo zucchero (nessuno faccia facce) mi viene in mente un aneddoto dei tempi dell’università. Ero una studentella ma già mi dilettavo nell’arte di sbrigarmela da sola in cucina e di fare le faccende di casa da quando ero alle scuole medie.
Avendo scelto una facoltà scientifica, la presenza di donne era alquanto scarsa ed io studiavo assieme ad un gruppetto di altri sfaccendati come me, ragazzi, fatta eccezione per un’altra componente femminile che però all’ora di pranzo ci snobbava sempre. Essendo i miei amici degli studenti fuori sede, disponevano di un appartamento di cui usufruivamo volentieri per sfuggire all’odioso panino secco propinatoci dal market più vicino e rifugiarci in piatti prelibati come la pasta al sugo.

La prima volta, forte della mia esperienza culinaria, esclamo: “Lo preparo io il sugo, orsù, a me gli utensili, gli ingredienti e lo zucchero!”

Gelo.

“Lo zucchero? E cosa te ne fai dello zucchero?”
“Che domande! Lo metto nel sugo!”
Sguardi increduli e sorrisini.
‘Sta a vedere che questi bifolchi si sono spaventati per un po’ di zucchero. Riproviamoci’, penso, tra a me e me.
“Orsù, a me lo zucchero!”
“No, ma che schifo! Viene dolce!!!” mi fanno quelli, di rimando.
“Macché dolce, è per togliere l’acidità! Neanche avessi detto che ci devo svuotare dentro un barattolo di zucchero. Basta un cucchiaino!”

Insomma, per loro lo zucchero nel sugo di pomodoro era un’eresia. E perché mai? Avrei dovuto io, che già sapevo abbondantemente badare a me stessa, dare retta ad una schiera di studentelli fuori sede che ancora si facevano portare la spesa a casa dai genitori e le mutande già lavate e addirittura piegate dritte dritte nel cassetto del comodino?

Giammai. Io lo zucchero lo infilai di nascosto e venne il sugo di pomodoro più buono e più infido che avessi mai preparato.

E se adesso voi doveste condire dei ravioli con un sugo veloce e saporito? Niente paura, ecco il necessario.

Sugo di pomodoro veloce per ravioli.
Ingredienti.
400 g di pomodori pelati
4 cucchiai di olio EVO
1/2 cipolla e 1 spicchio d’aglio privato del germoglio interno tritati finemente
4 capperi sotto sale fatti a pezzettini
2 cucchiaini di zucchero
2 cucchiaini di sale
1 grattuggiata di noce moscata
1 bustina di zafferano
1 rametto di basilico che ancora sopravvive nel vostro orto

Procedimento.
In una casseruola un po’ alta mettete l’olio, la cipolla, l’aglio e i capperi e lasciate soffriggere per un paio di minuti.
Aggiungete i pomodori pelati, lo zucchero e il sale e mescolate. Lasciate cuocere e aggiungete un po’ d’acqua se si asciuga, continuando a mescolare di tanto in tanto.
Lasciate cuocere per circa un quarto d’ora (sempre mescolando di tanto in tanto e aggiungendo acqua se dovesse cominciare a raffinare troppo).
Trascorso questo tempo, aggiungete il basilico,lo zafferano e la noce moscata, assaggiate e regolate di sale.

Spegnete, condite i ravioli e gustate alla faccia degli eretici dello zucchero.

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

18 thoughts on “Come lo zucchero nel sugo.

  1. Cesca*QB ha detto:

    Che bello questo racconto dei tuoi ricordi mi ha catapultato indietro nel tempo. Mi sembrava di essere presente nella vs cucina da piccoli scienziati…e giurerei di senire i Bon Jovi nella radio 😀
    W il tuo sugo!

  2. Luby ha detto:

    Dammi pure dell eretica..ma io lo zucchero ce lo sento 😦
    Svariate volte hanno provato a farmi lo scherzetto che hai fatto tu ma io amo,adoro, venero il sugo un po agretto e quindi….
    Se un giorno vieni a casa mia…. Ti tengo d occhio ragazza ;P

  3. Cesca*QB ha detto:

    Ahahahaha Luby mi sono immaginata la scena della Herby da te in cucina che ti gironzola attonto senza dare nell’occhio ma invece della cintura ha una cartuccera di bustine di zucchero 😀

    • Luby ha detto:

      😉 gia’ gia’ !!!

      • Herbs ha detto:

        @Luby: il tuo è un commento da intenditrice, perciò posso classificarlo come gusto personale e non come eresia. Detto ciò, sapendolo, puoi distrarti quanto vuoi che io MAIII mi azzarderò a versare nemmeno un granello di zucchero nel tuo sugo…
        @Fra: Ho detto quello che ho scritto a Luby anche ai miei ex compagni di corso
        MUAHAUAHAUAHUAH! a me quella cartuccera!!

  4. lamiss ha detto:

    La bocca che si torce all’idea di sugo e una punta di zucchero è un segnale della poca confidenza che si ha in cucina.

    Ma sono sicura che il tuo sugo abbia lasciato tutti felici, sazi e contenti

    • Herbs ha detto:

      @lamiss, i maschi a quell’età si abbuffano in modo imbarazzante, non avrebbero mai sentito lo zucchero. La loro era solo vena polemica, retaggio della divisione maschi-femmine della scuola dell’obbligo 😉

  5. Barbara ha detto:

    me lo insegnò la mia nonna, a mettere un mezzo cucchiaino di zucchero nel sugo, per togliere l’acido del pomodoro. lo faccio così da quando sono piccola 🙂

  6. Nadir ha detto:

    no, io non c’è lo metto, anche a me piace il sapore del pomodoro nature 😉

  7. Katy ha detto:

    Eheeheeh 🙂 eretica!
    Mia mamma fa la passata in estate con i pomodori dolcissimi dell’orto maturati al sole per poi invasettarla e non c’è bisogno di aggiungere lo zucchero, ma tutti dicono che è un passaggio utilissimo e prima o poi lo farò mio 🙂

  8. Sara ha detto:

    Anch’io la sapevo questa dello zucchero (ma mi dimentico quasi sempre di aggiungerlo al sugo); invece ero all’oscuro dello zafferano abbinato al pomodoro…e mi intriga molto! alla prima occasione lo proverò!

  9. Herbs ha detto:

    @Katy, non ho mai provato coi pomodori dell’orto, magari è così: è già dolce e non c’è bisogno di levargli l’acidità! anche io li vorrei così tanti pomodori da poterli invasettare!

    @Sara, lo zafferano è buonissimo nel pomodoro e dà al sugo un colore rosso-dorato. devi assolutamente provarlo!

  10. Usy ha detto:

    Io lo metto SEMPRE, chi non lo mette è uno zuccone.

  11. MaVi ha detto:

    anch’io ogni tanto metto lo zucchero nel sugo, se me ne ricordo! e se i pomodori me lo chiedono! ho provato anche lo zafferano, una variante frequentabile ogni tanto, lo preferisco per il risotto e le paelle!
    e cosa c’è di meglio dei ravioli?
    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: