Saponi ed errori.

In casa Herbivor si è appena conclusa una nuova sfornata di saponi diy. Questa volta è toccato alla combinazione olio di oliva, olio di cocco, olio di mandorle dolci e il nostro carissimo macerato di vaniglia.

Colgo la ghiotta occasione per sfoggiare l’outfit che ogni donna dovrebbe sfoggiare quando comincia a saponificare. E con “saponificare” intendo l’atto di produrre il sapone, non quello di tuffarsi a testa in giù allegramente dentro la soluzione di acqua e soda e mischiare le proprie molecole con quest’ultima. Bando alle ciance, eccomi qua.

 

Occhiali da sole: l’ambitissima Furstenberg
Guanti: Silky Spontex
Grembiule: Eurospin collezione 2010
Maglia: Terranova
Pantaloni: A.d.i.d.a.s. collezione 1998

Così riccamente agghindata e accessoriata, ho cominciato ad aggirarmi per la cucina raccogliendo e pesando gli ingredienti con il supporto di Fiancé.

Ecco il risultato.

Questa volta abbiamo aggiunto l’olio essenziale di ylang ylang, al nastro ed in cucina è rimasto un buon profumo di fiori. Abbiamo anche coperto il tutto con della pellicola trasparente e messo a riposare nel solito cassetto con una vecchia coperta sopra. Questo accorgimento permette al sapone di continuare la saponificazione al calduccio per le prossime 48 ore. Ci siamo dimenticati, però, di aggiungere dell’amido di riso che, oltre ad avere innumerevoli proprietà benefiche sulla pelle, aiuta a fissare il profumo. La prossima volta cercheremo di ricordarcene.

Per chi fosse interessato a riprodurre il tutto, ecco la ricetta.

Soda caustica:                    191 gr
Acqua:                                     520 gr

Olio d’Oliva:                          907 gr
Olio di Cocco:                       50 gr
Olio di Mandorle Dolci:  500 gr

Al nastro:

Macerato di Vaniglia:    40 gr
O.E. Ylang Ylang:              6 ml
Cannella in polvere:        1 cucchiaio

Abbiamo anche messo a stagionare il sapone fatto venerdì scorso, facendo una scoperta poco piacevole al momento di estrarre i piccoli dallo stampo antiaderente.

La soda si è letteralmente mangiata il rivestimento antiaderente e il risultato è che quattro saponette cioccovanigliose sono da buttare insieme allo stampo. Maledizione! Abbiamo imparato qualcosa di nuovo, anche se sarebbe stato necessario leggere con più attenzione le varie raccomandazioni nei vari blog.

Chiudo informandovi che in casa Herbivor è stato finalmente realizzato il buonissimo Erbazzone di cui trovate la ricetta qua. La versione in foto comprende del lievito alimentare in scaglie a compensare la scarsa quantità di pangrattato. E’ stato uno spettacolo, un tripudio della salivazione. Forse però la prossima volta useremo l’aglio solo per far insaporire la bietola, perchè crediamo di non averlo digerito bene.

Annunci

17 thoughts on “Saponi ed errori.

  1. Lucia ha detto:

    Ciao Erbivora,

    ho visto che sei passata dal mio blog! Dopo vari tentativi, ho sentito la necessità di fare un post dedicato solo agli errori del fare il sapone. Adesso è circa un annetto che saponifico e devo dire che pian piano gli errori si fanno sempre più rari.
    Il problema dell’antiaderente è considerevole. Io non ci ho mai provato anche perchè avevo già letto da qualche parte che sarebbe stato un disastro, però puoi riutilizzare lo stampo se però lo foderi con carta da forno. La mamma mi ha insegnato che “non sia butta via niente!” eheheh 😀

    Grazie per essere passata dalla tana, a presto!
    Lucia

  2. Sara ha detto:

    wow, mitico quel grembiulino sexy, devo averlo anch’io!!
    Tanti complimenti per il sapone, vi è venuto davvero bene! Ma lo vendete? Vorrei tanto iniziare a produrlo anch’io, ma credo che posticiperò l’esperimento a più avanti perchè -forse- stasera arriva una gattina, e lei avrà la precedenza sugli altri impegni.
    Bello il tuo erbazzone,niente da invidiare a quello originale. sono felice ti sia piaciuto!!

  3. mariuccia ha detto:

    Peccato dover buttare tutto quel materiale…
    uno stampo di quel genere è assolutamente da evitare !!!!
    Silicone, o legno , e vai sul su sicuro 😉

    Mariuccia

  4. Katy ha detto:

    Questo outfit è una meraviglia!!!! Nulla da togliere al tuo sapone, ma il pantalone Adidas collezione ’98 ruba la scena! 😀

  5. Herbs ha detto:

    @Lucia, grazie per il consiglio. se mi dici che non si mangia anche la carta da forno lo riciclerò di sicuro. saggia donna la tua mamma! a presto!
    @Sara, ci farai poi vedere questa gattina? è una scusa più che valida per posticipare la produzione di sapone. noi non ne abbiamo mai venduto, solo regalato perchè siamo ancora ai primi test. se vuoi testarne un po’ fammi sapere che te ne invio un paio di panetti
    @Mariuccia, sì, davvero un peccato. la prossima volta so cosa non fare
    @Katy, sei un intenditrice, io lo adoro, potrei tirarmelo su sino alle ascelle e andare in giro solo con quello. in autunno però!

  6. notedicucina ha detto:

    C’è poco da fare… I post erbivori si leggono leccandosi i baffi anche quando il contenuto non è culinario. Ma quanto sei esilarante :-D?!

  7. Nadir ha detto:

    Ogni tanto mi balza l’idea di saponificare, ma non l’ho mai messa in pratica. In tutti i casi mi mancherebbe l’outfit completo per poterlo fare 😉

  8. MaVi ha detto:

    Anche qui olio d’oliva!
    A me l’idea di avere una sostanza come la soda nell’aria non mi sconfinfera, chissà quanti guai potrei combinare…
    Ma uso proprio un sapone all’olio d’oliva, quello di Aleppo!
    L’erbazzone non l’ho mai assaggiato con questo nome, ma l’ho provato sotto altri, ed è proprio gustoso!
    bravissima autoproduttrice!
    😉

    • Herbs ha detto:

      hai ragione, se avessimo un po’ più di spazio lo produrremmo in un posto a parte (una bell’angolo lavoro, sarebbe fantastico!) ma purtroppo dobbiamo arrangiarci in cucina perciò quando mettiamo la soda usiamo la mascherina, respiriamo girandoci dall’altra parte e teniamo la finestra spalancata. Ho usato anche il sapone di Aleppo, ma poi ho provato a farlo in casa ed una saponetta è ancora tutta intera.
      Grazie!

  9. marifra79 ha detto:

    Cavolo, mi dispiace per lo stampo e che hai dovuto buttare via tutto… ma quello di produrre sapone la trovo una gran figata! Ops, si può dire?? Un abbraccio

  10. Cesca*QB ha detto:

    Tu che giochi a fare la piccola chimica e produci saponi cancerogeni al teflon!!Tu donna ti prendi gioco di noi, pensi che anche io cada nel tranello della Piccola Saponara (aka Fiammiferaia) e invece no…grazie a Fight Club…so benissimo che stia producendo ordigni esplosivi destinati all’eliminazione di massa dutante la messa di Natale! Got ya!!

  11. Laura ha detto:

    ciao sai mica dirmi a che errore può corrispondere l’effetto “poltiglia” che alcune saponette autoprodotte da mia sorella fanno? questione di stagionatura?!?!?!

  12. bubabuba65 ha detto:

    Ciao, sto cercando delle notizie riguardo al problema che mi ha dato il sapone che ho sformato ieri sera e, dato che non trovo niente, provo a scriverti nella speranza che mi possa aiutare. Sabato ho fatto il sapone e dopo 24 ore ho guardato se potevo tagliarlo come ho fatto le altre tre volte che ho fatto il sapone. Scoprendolo ho visto che c’era dell’olio e il sapone era piuttosto morbido e sembrava ancora gelatinoso. Ho chiuso tutto ed ho aspettato altre 24 ore e quando ho aperto lo stampo ho visto che ancora c’era olio sopra al sapone però si era indurito e comunque potevo tagliarlo. Così ho fatto e l’ho lasciato al fresco e stamattina ho visto che si era un po’ asciugato ma non del tutto. Ho misurato il ph così per curiosità ed ho visto che era 6. Ma che cosa è successo al mio sapone? Secondo te, se mai si asciugherà, lo potrò usare? Grazie per la risposta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: