Erbivori pigri scoprono che andare in palestra è cool.

Fidanzato è un grande sportivo. Pratica qualsiasi sport, lui. Ha giocato per anni a pallavolo, si è dedicato da sempre al ciclismo, segue un corso di capoeira e uno di judo. Io, invece, sono sempre stata abbastanza pigra e non ho mai fatto nulla sino ad Aprile scorso. La palestra, con quella musica zarra a tutto volume e tutte quelle persone lucide coi muscoli in tensione, porta la mia misantropia a livelli allarmanti. Gli sport di squadra mi piacciono, ma in un mondo dove la competizione è dove meno te l’aspetti, mi farebbero sentire troppo responsabile relativamente ad eventuali e molto probabili fallimenti dovuti alla mia coordinazione motoria e alla mia prestanza fisica.
Mesi fa Fidanzato ha cercato di convicermi a seguire il coso di capoeira con lui, ma io non ho voluto sentire ragioni: non posso farcela a stare così vicina a persone sudate che conosco a malapena. Sì, è una scusa, e anche pessima, però io ai miei 40 cm di spazio personale non voglio rinunciarci. Abbiamo anche comprato una bici, ma l’ho usata solo 3 o 4 volte, tornando puntualmente sfatta e dolorante (sì, perchè maledetto quel sellino, maledetto!!!).

Insomma, per aggiungere un’altra scusa, diciamole tutte: la pigrizia è una pessima abitudine che ho acquisito da mia madre, bradipona number one.
Così, per redimere me e lei in un colpo solo, ad Aprile scorso le ho proposto di frequentare un corso di pilates. Non sto qui ad elencare la sua lunga sfilza di pretesti per non cominciare una cosa del genere, dico solo che è partita dal fatto che non aveva tempo ed è arrivata al fatto che non aveva tempo. Insomma, non ha bruciato nemmeno calorie per dire che non ci voleva andare: si è buttata sulla scusante riassuntiva del tempo.
Non ricordo nemmeno come, ma alla fine l’ho convinta a fare l’iscrizione con me e ad andare alla lezione di prova.
Ricordo, invece, la lezione di prova, quel mitico pomeriggio in cui ho realizzato di avere il fisico messo peggio di quello di mia nonna. L’ora di pilates è volata, ma alla fine della lezione ho scoperto di avere punti del corpo sommersi dall’adipe che urlavano pietà e/o vendetta. Anche mia madre non se la passava molto bene, ma abbiamo continuato a seguire quasi tutte le lezioni sino alla chiusura estiva della palestra.
Ad ottobre ho ripreso a seguire il corso, ma mia madre mi ha abbandonata. Nel frattempo, con i buoni propositi del dopo estate, il corso si è popolato di ragazzine, madri con le relative figlie, coppie anziane e uomini per nulla aggraziati – il quarantenne col macchinone, i fuseaux e la faccia da ‘sono troppo figo’, che mastica la gomma come un lama navigato, è l’apoteosi di non scrivo cosa, perchè al momento non mi viene un insulto adeguato.
Io ho trovato il mio sport, vado due volte a settimana e torno a casa leggera, a volte solo con la forza di buttarmi sotto la doccia, altre iperattiva. L’insegnante è molto in gamba, perchè la rende una disciplina dinamica, sceglie sempre delle ottime colonne sonore e poi ci fa fare quegli ultimi 5 minuti di defaticamento che mi permettono di uscire da là con le gambe molli e col sorrisone. L’unica cosa che non riesco ancora a digerire è il fatto di dovermi stendere sul materassino sudato da chissà chi o di poggiare la nuca sulla pallina sudata da chissà chi la volta precedente, ma ci stiamo lavorando. Per il momento, BLEAH è l’unica parola che riassume le mie smorfie durante determinati esercizi, ma non vorrei essere esclusa dal branco portando il mio materassino con disegnate le figure per fare strechting. Sia mai che pensino che li schifo.

Per finire, anche io diventerò così: brava, figa e indifferente mentre assumo posizioni innaturali.

Advertisements
Contrassegnato da tag , , ,

7 thoughts on “Erbivori pigri scoprono che andare in palestra è cool.

  1. ElenaSole ha detto:

    Bellissimo post!
    Io faccio pilates una volta settimana, mi sento anche aggraziata, forse avvantaggiata da infanzia e adolescenza a fare ginnastica artistica e jazz, poi gli ultimi anni yoga, che pratico a casa, almeno un saluto al sole lo faccio ogni giorno! e così a quasi 33 anni riesco a fare meglio delle ventenni, ma ti dico che si tratta solo di costanza!!!la spaccata haimè sono 5 anni che non riesco più a farla, e qui è l’età che avanza mi sa!!!!

    • Rob ha detto:

      per qualche settimana ho fatto yoga anche io, a casa. Provavo le asana vedendo un video, ed era comunque rilassante. Poi, però, visto che ogni volta per potevo usufruire del monitor del televisore dovevo spostare il divano, avendo la memoria visiva di un sasso di fiume, ho abbandonato. La scusante è che non ho abbastanza spazio. Pilates mi piace molto, me ne hanno parlato tutti malissimo, sarà per questo che ho deciso di dargli una chance!
      se ti consola, io la spaccata non sono mai riuscita a farla. Ammiro molto la tua costanza nell’eseguire almeno una volta al giorno il saluto al sole, con un pregio del genere anche ricominciare a fare la spaccata non deve essere un obiettivo irraggiungibile!

  2. Mimì ha detto:

    Carissima sai che anch’io faccio pilates, ho iniziato a Maggio ed ora che mi sono chiusa nella mia casetta in montagna non lo seguo più quel bellissimo corso, ma grazie alla mia infallibile memoria, continuo a svolgere gli esercizi nella mia stanza e mi dedico quell’oretta di relax che tanto mi fa stare bene e mi rilassa, non avrei mai pensato di riuscire a svolgere determinati esercizi ed invece, piano piano acquisto sempre più elasticità! Il mio insegnante è sempre stato soddisfatto di me, perché vedeva che mi impegnavo tanto nonostante fossi una cocciuta che quando non riusciva non voleva ripetere l’esercizio per sentirsi una stupida 😄 !
    Comunque detto questo, continua a fare pilates… E’ un toccasana per la mente e per il corpo! ^_____^

    • Herbs ha detto:

      Mimì, anche tu pilates! che bello!
      Io andrò domani al corso, non vedo l’ora. Questo anno farà di tutto per non perdere nemmeno una lezione e mi costringerò a ricordare i movimenti, a costo di segnarmeli quando torno a casa… così potrò ripeterli a casa, anche se il fatto di non avere gli attrezzi adatti un po’ mi lascia perplessa..

  3. Sara ha detto:

    HO insegnato pilates per diversi anni, concordo sul fatto che sia molto bello e faccia davvero bene…ed è piacevole sempre, anche i giorni in cui non si è proprio in forma.
    Brava, bella scelta!

  4. Sara ha detto:

    Ah Ah! perchè no??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: