Malloreddus, contest e ritorni.

Appena mi ricorderò di chiedere a Nonna come si chiama quel cestino con i bordi perpendicolari al fondo, fatto di vimini, che mi ha regalato scettica, aggiornerò questo post.
Bel modo di tornare, facendo finta di nulla. Ma sbaglio o l’ultimo post è di gennaio!?
No, non ci siamo nutriti di bacche e tuberi, nel frattempo. Ci è anche scappata qualche ricetta carina. E ieri ho chiesto a Fidanzato, mentre preparavo la cena: “Ti mancava la macchina fotografica prima di cena, puntata sul tuo piatto fumante?” Ha fatto finta di dormire, ma io lo so che non gli mancava per nulla.

Il fatto è che la Nostra CescaQB Nazionale ha promosso un contest interessantissimo per i feticisti della zucca.
Il fatto è che io mi sono scoperta feticista della zucca, ahimè, con grande tristezza da parte di Fidanzato, che la trova insignificante e insapore.

Quindi in questi giorni mi sono addormentata contando le zucche che saltavano la staccionata, e alla fine mi è venuta l’illuminazione: un piatto tradizionale rivisitato.

Senzanome

I malloreddus, che i non isolani conoscono come gnocchi sardi. Non dite a Nonna come ho rivisitato la sua ricetta.
Lei, purista, solo farina di semola di grano duro, acqua e sale. Come condimento quello campidanese tradizionale: salsa di pomodoro, salsiccia e, sua tocco personale, zafferano di quello buono.

Io, zucca. Succo di zucca tiepido, semola di grano duro, zafferano di quello buono e sale nella pasta. Come condimento, purea di zucca, panna di riso (fatta con olio di girasole, ho letto gli ingredienti, come mio solito!) e porcini.

IMG_9388

Malloreddus a tutta zucca, porcini e zafferano.

Ingredienti (3-4 persone).

Per i malloreddus.
250 g di farina di semola fine
100 g ca di succo di zucca
5-6 pistilli di zafferano
1 pizzico di sale

Per il condimento.
2 cucchiai di olio EVO
brodo vegetale qb
1/4 di cipolla bionda
3 cucchiai di funghi porcini essiccati, tagliati in piccoli pezzi
noce moscata qb
250 g di polpa di zucca cotta al vapore
125 ml di panna di riso
sale qb

Procedimento.

Per prima cosa ho preparato i malloreddus. L’impasto va lavorato per almeno 20 minuti e poi lasciato riposare un paio d’ore, per evitare che si appiccichi al cesto di vimini.
Ho cotto la zucca fatta a tocchetti al vapore e ne ho prelevato la polpa e schiacciata con una forchetta. Poi, con un colino, ho filtrato per bene il succo. Ho poi prelevato due cucchiai di questo succo e li ho messi in una tazzina con lo zafferano, coperto con un piattino e lasciato riposare per una decina di minuti.
Ho disposto la farina e il sale sulla spianatoia, incorporato per prima il succo di zucca con lo zafferano, poi, pian piano, il resto del succo, sino a quando non ho ottenuto un impasto liscio e non appiccicoso. Ne ho fatto una palla che ho lasciato riposare all’interno di un recipiente, con un panno pulito sopra per circa due ore.
Passato il tempo di riposo, ho prelevato la palla e ho creato tanti piccoli serpentelli, dai quali ho tagliato tanti tocchetti di pasta da schiacciare sul cesto di vimini col pollice per creare i malloreddus. Li ho fatti riposare per tutto il pomeriggio, scuotendo ogni tanto il cesto.

Quando i malloreddus mi sono sembrati abbastanza asciutti, ho messo sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e ho fatto bollire. Nel frattempo ho preparato il condimento.
In una padella ho messo l’olio e due cucchiai di brodo, la cipolla tritata finissima, la noce moscata e i porcini e ho lasciato stufare per un po’, sino a quando i porcini e la cipolla non si sono ammorbiditi per bene. In una scodella ho mescolato insieme purea di zucca,panna di riso e sale, poi ho aggiunto il composto nella padella e ho lasciato cuocere per altri 5 minuti.
Ho buttato i malloreddus nell’acqua bollente e dopo 15 minuti li ho scolati.
Ho messo nuovamente sul fuoco il condimento e ho fatto saltare per circa 3 minuti i malloreddus. Ho impiattato e servito con una spolverata di trito di mandorle, pistacchi, noci e lievito alimentare in scaglie.

IMG_9392

Con questa ricetta partecipo al contest di Cesca:

banner ATUTTAZUCCA briciole di cescaqb

About these ads
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

13 thoughts on “Malloreddus, contest e ritorni.

  1. CescaQB scrive:

    Herbi non ho parole, mi è arrivata una frecciata dritta al Quore <3
    Non solo ti sei lasciata trascinare dal mio continuo rompimento di scatole per farti sentire moralmente obbligata a partecipare … hai pure fatto una ricetta con i "contromalloreddus"!
    Non credevo ti scomodassi a tal punto, io mi accontentavo anche di una "zucca frullè con spruzzè di salè" e invece guarda che roba … pure la pasta fatta in casa mi hai fatto…con la zucca pure nell'impasto!!!
    Questo piatto me lo mangio a Quoriciate <3
    Un ringraziamento speciale a Fidanzato che sta avendo allucinazioni di zucche ovunque!!

    • Herbs scrive:

      Ma grazie a te che mi hai invogliata a scrivere qua! dimenticavo quanto è bello molestare Fidanzato con l’obiettivo tra la sua forchetta e il suo pasto fumante :D
      Se torni te li faccio, promesso! Nel frattempo mi esercito per produrre vagonate di malloreddus, come fa mia nonna che dopo ne regala sempre a tutti! baci e quory a te!

  2. xcesca scrive:

    Bentornata Herbi!!
    Mi sei mancata!
    Ecco, ora però ho lo stomaco che mi brontola, come facciamo??!? Me ne mandi una porzione abbondante?
    Tempo fa avevo fatto qualcosa del genere con le carote, che bel colorino che prende! Però tu non andartelo a cercare perché è ancora più eretico fatto da una trentina e per di più senza quell’aggeggio ma usando una forchetta per rigarli ;)
    Un abbraccio, spero che seguiranno tante altre ricette!

    • Herbs scrive:

      Grazie Cesca!!Non mi ricordo, ma ora vado a cercarli! appena mi specializzo e capisco come distribuirli senza che si appiccichino(“Nonnaaaaa..:!!!!”) te ne manderò una porzione abbondantissima!
      Viva il fusion e spero di non impigrirmi di nuovo! ti abbraccio, cara!

  3. Katy scrive:

    Ma guarda chi c’è!!!! :D
    Ciao Herbi!!!!! <3
    Dovevi dircelo che ti serviva un contest per tornare, qualcun* ne avrebbe organizzato uno molto prima! :D
    Scherzi a parte, sono felicissima di riaverti qui, per di più con una ricetta così bella e buona… io, da profana, i malloreddus li ho solo mangiati secchi (quelli nei sacchetti della pasta), ma fatti in casa devono essere tutta un’altra cosa!

    Un abbraccio fortissimo!!!

  4. Cami scrive:

    Un ritorno con il botto :D
    Ero certa fossi tornata a pubblicare qualcosa per noi e sapevo che sarebbe stato per il contest di Cesca :) quindi sono proprio contenta di tornare a leggere una tua stupenda ricetta per di più della tua terra, anche se con rivisitazione zuccosa :D
    Io credo che la nonna apprezzerebbe anche la tua nuova variante che deve essere di un buono assurdo, zucca e funghi porcini è il massimo del gusto e la panna cremosa avvolge questi malloreddus in modo strepitoso!!!
    La foto rende perfettamente la bontà, non a caso ho l’acquolina..

    Non ti facevo così brava ad impastare ed invece la nonna si vede che ha lasciato il suo segno bene bene :D

    Grazie per essere tornata a deliziarci con un piatto autunnale ricco di gusto e sapore!!!! :P

  5. Daria scrive:

    Uh, mamma mia che ricetta! Complimenti per la perseveranza nel ricavare il succo di zucca e per la realizzazione della pasta… ho pranzato da poco, ma ne mangerei veolentieri un bel piatto!

  6. Sissa scrive:

    Grandissima eh! Una ricetta che mi lascia senza parole e sbav…. Con la pasta fatta in casa devo ancora cimentarmi…. ma.. che buona che è!!
    Son contenta di rileggerti :)
    Notte,
    Sissa

  7. erbaviola scrive:

    Malloreddus con zucca… fantastico!!! me la sono appena salvata per domenica ^_^ Un ritorno in grande stile, non posso che ringraziarti insieme al mio palato che è già in agitazione per questa nuova ricetta che promette benissimo!

  8. Che meraviglia di piatto per riprendere! Mi piacciono le rivisitazioni e questa ricetta è proprio gustosa, con i funghi secchi ad accompagnare la zucca. E che bella idea metterne il succo anche nei malloreddus.

  9. AndrElly scrive:

    io adooooooooro la zucca… in tutte le sue declinazioni! Questa ricetta mi fa venire un’acquolina che non ti so dire!

  10. Teresa scrive:

    ciao, ma non posti più nulla?son capitata qui per caso, i tuoi post son troppo belli mi fai troppo ridere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 108 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: